CHI SIAMO

logo_weed_webIL PROGETTO GROWMAPS.IT


Il sito Internet Growmaps.it nasce dall’esigenza di realizzare un database in cui tutte le aziende e/o associazioni, a qualsiasi titolo operanti nell’ambito della coltivazione della Canapa e della sua trasformazione, siano facilmente reperibili. Da qui l’idea di realizzare un sito in grado di raccogliere ed implementare tutte le informazioni utili, a volte indispensabili, per coloro che sono interessati agli sviluppi in campo agricolo ed industriale della pianta di Canapa.
Il progetto è quello di sviluppare un portale web che permetta di mappare i canapicoltori italiani ed i relativi appezzamenti di terreno, le aziende distributrici di semi, quelle addette alla trasformazione e commercializzazione, ma anche gli istituti di ricerca e le associazioni di promozione. In questo modo sarà possibile per gli operatori economici (alimentare, farmaceutica, tessile, cosmetica, nutraceutica, bioedilizia) mettersi in rete aumentando le rispettive opportunità di business. Un’occasione utilissima anche per gli utenti finali che avranno a disposizione una vetrina ricca di informazioni sui luoghi di produzione, vendita, scambio e sulle iniziative di promozione di questi prodotti. Il sito si propone come uno spazio di approfondimento, conoscenza e condivisione nonché promozione di tutto ciò che ruota attorno al mondo della Canapa industriale. La proposta, si propone di seguire anche le vicissitudini legislative in Italia ed in confronto con ciò che avviene – in termini di norme legislative – nel resto d’Europa e negli Usa. In Italia negli ultimi anni c’è stata una notevole sensibilizzazione sulle molteplici applicazioni della Canapa e dei suoi derivati, soprattutto in campo alimentare e bioedilizia ma la situazione è, a tale da lasciar supporre che non si arriverà, tanto presto, a conclusione e, per certi versi, auspicabilmente dal momento che le uniche Pdl presentate non contengono certamente elementi di chiarezza né fanno passi avanti sulla via della libertà di coltivazione ed impiego della Cannabis Sativa. In Italia quella che viene definita diffusione dei terreni coltivati a Canapa è, in realtà una estrema parcellizzazione. Se si pensa che, nel 2014 sono dichiarati circa mille ettari (contro gli ottomila della Germania e i novemila della Francia) e che sono frazionati per circa cinquecento aziende si comprende bene come il fenomeno Canapa, da noi, sia ancora lontano dal raggiungere dimensioni credibile ad un impiego non solo industriale ma anche da un buon livello di impiego artigianale. Molto forte, in effetti, è ancora lo Spirito legato all’entusiasmo che il folklore legato alla Canapa ha consentito nei primi anni duemila, di resuscitare la coltivazione e di iniziare a ri-parlare di Canapa in Italia. Uno Spirito assolutamente meritorio, del quale ringraziamo tutti gli autori ma che necessita – per potersi sviluppare – di azioni corali e caratterizzate professionalmente.
La nostra proposta si inserisce in tale contesto cercando di creare le pre-condizioni per uscire dalle logiche, utilissime in principio e senza le quali probabilmente non saremmo qui a parlare di impiego della Canapa, e passare alla creazione di una rete non localistica e, soprattutto, che possa valutare la concretezza delle proposte attuali più che vivere di rendita sulla base di meriti che riguardano, oramai, il passato.
Occorre, quindi, passare alla fase, cosiddetta 2.0 che comprenda :
• Una lobbie indipendente dagli interessi dei singoli Signori della Canapa in grado di propiziare una legislazione efficace per il comparto e non si curi soltanto degli interessi di pochi;
piani di formazione per gli operatori;
• di selezione e produzione delle sementi idonee alle nostre latitudini;
• di creazione di filiera o, meglio, delle varie filiere;
• di progettazione industriale seria;
• di messa a punto di un progetto di comunicazione efficace in grado di aumentare l’interesse degli utilizzatori commerciali e degli utenti finali.
In questo quadro si inserisce il nostro progetto che non ha alcuna velleità di risolvere tutto quanto sopra esposto ma semplicemente, pensiamo, possa rivelarsi un utile strumento per coloro che, volendo iniziare seriamente a lavorare con la Canapa, ma soprattutto per la Canapa, di incontrarsi ed iniziare a farlo.
Non siamo certo noi il medico o il meccanico che risolverà il tuo problema ma noi ti diciamo chi e dove si trova ciò che può servirti e lo diciamo a te ma, anche a tutti coloro che potrebbero vedere in te la soluzione ai loro problemi.
A tutti gli operatori diciamo, qualsiasi sia la vostra attività aderite al progetto. Potrete trovare ciò che state cercando e farvi trovare da chi vi sta cercando. Il vostro vicino saprà anche riparare un rubinetto ma se cerchi un idraulico è meglio se usi le Pagine Gialle. Ecco, ci candidiamo ad essere le Pagine Verdi degli operatori del settore.
Maggiore sarà la vostra partecipazione, migliore sarà il risultato. Per tutti.

Grazie, e buona Canapa a tutti.

Share